Se ti piace qualche mia creazione o ne vuoi di personalizzate contattami tramite e-mail !

Se ti piace qualche mia creazione o ne vuoi di personalizzate contattami tramite e-mail !
liza27767@libero.it

domenica 3 aprile 2011

PAINTING WITH FRIENDS.

 CE L'HO FATTA!!!
Questo è il mio primo progetto e appena ho visto il disegno me ne sono innamorata!

Scusatemi care amiche, se in questi giorni non ho visitato i vostri blog ,ma nel poco tempo libero che riuscivo  a ritagliarmi ..avevo da lavurà!!
Non pensavo che mi impegnasse così il progetto destinato al "PAINTING WITH FRIENDS".


Oltre  alla pittura mi sono dovuta occupare della stesura scritta del progetto in inglese ..e per me non è una cosa così  semplice!
 Vi piace???
Ovviamente il disegno è di TERRYE FRENCH ..io l'ho trovato subito stupendo e dolcissimo ..si chiama : PRIM ANNIE & PINWHEELS. cioè... Annie e le girandole. La bambola di pezza o Raggedy Ann nella pittura country è molto utilizzata ma le girandole non le avevo mai viste!
Questo disegno sa proprio di Primavera , la piccola Annie fa un pic-nic sul prato con ceste piene di golosità ,e  sarà una giornata da ricordare!


Se qualcuno è interessato al progetto tra qualche giorno sarà disponibile in formato  PDF ,dopo la pubblicazione del medesimo sul blog "PAINTING WITH FRIENDS ".
 Lo potrete acquistare nel blog del " Painting With Friends " o scrivendo a me.
 Al disegno originale ho aggiunto le margherite ,l'intreccio dei cesti ,le scritte con lo stencil, e ho modificato leggermente l'abito di Annie .Per dare un'aspetto più primitive al vassoio di legno ho realizzato lo sfondo con la tecnica shabby.
Ragazze che emozione!
Vi auguro una fantastica Domenica..oggi Relaxxxx !!!!
Vi voglio lasciare con la vera storia della nascita della Reggedy Ann che ho trovato nel Web!


LA Bellissima Storia della Raggedy Ann.......

C’era una volta in America….. un signore chiamato Johnny Gruelle che faceva un lavoro bellissimo (ed era anche molto famoso!): illustrava fiabe per bambini. E’ lui il papà della Raggedy Ann.
Ti racconto la sua storia…
Un giorno, sua figlia Marcella volle a tutti i costi salire in soffitta col padre a cercare qualcosa e, aprendo un baule impolverato, trovarono una vecchia bambola di stoffa, che era stata probabilmente fatta tanti anni prima dalla nonna per la sorella di Johnny.
Johnny restò molto affascinato da quella antica e particolare bambola ed in seguito, da grande creativo qual era, trasse spunto da quella bambola per crearne una tutta sua, un nuovo personaggio delle sue fiabe dedicato alla sua Marcella, che fosse protagonista di storie leggendarie.
Nel 1915 nacque così la prima “Raggedy Ann”. Si racconta che il momento della creazione del viso fosse stato un momento davvero magico, in cui fosse la bambola stessa ad ispirare Johnny.
Era nata una bambola davvero magica, custode dei segreti di un mondo fantastico, con quel viso così strano, con quel naso a triangolo, gli occhi di bottone, i capelli rossi e il sorriso largo ed ingenuo. Sul suo petto portava un cuore disegnato, con sopra la scritta "I love you".
La Raggedy Ann è una bambola che sa amare.
“Raggedy” significa esattamente “povera, stracciona”, e nella versione classica il suo viso è davvero povero e felice. Insomma, era “Annie la povera”, un’orfanella, e Marcella la amava come fosse una vera sorella. Da lei è nato il termine “Rag Doll”, ossia bambola semplice, di pezza, quella che noi chiamiamo anche Pigotta.
Johnny creò per lei storie favolose, nel 1918 uscì il primo libro delle sue avventure, tanto amate che divennero leggendarie col trascorrere degli anni.

Purtroppo un giorno sua figlia Marcella, a causa sembra di una vaccinazione infetta, morì all’età di 13 anni.
Per Johnny e la sua famiglia il dolore fu enorme. Forse egli poteva vedere, dietro lo sguardo ingenuo e sognante della bambola, gli occhi della sua Marcella. Così, dopo un mese, Registrò la sua “Raggedy Ann” ed in seguito le creò anche il fratellino Andy.

Nelle case degli americani questa bambola amatissima è quasi sempre presente, perché appartiene alla loro storia, così come nella nostra abbiamo Pinocchio.
Donne di ogni età collezionano le Raggedy, molto spesso create con le proprie mani, fin dai tempi dell’infanzia.
In Illinois risiede il Museo della Raggedy Ann ed ogni anno viene celebrata una festa in suo onore, dove bambini, uomini e donne girano allegramente per le strade addobbate, vestiti da Raggedy Ann.
Se tu hai la fortuna di avere una Raggedy Ann per amica, abbine cura.
di: Antonella Nanti



24 commenti:

✿ Elena ✿ ha detto...

Liza...sono senza parole...sono davvero felicissima per te! Ti meriti tutto il bene e anche di più! Il tuo progetto è fantastico: l'hai dipinto benissimo!! Mi piace tutto!
BRAVA, BRAVA, BRAVA!!!!
baci baci

Rosanna ha detto...

Oh mamma! Ma è possibile ch equesta volta, oltre ad ammirare un lavoro bello e fatto bene, sono anche emozionata?
Sarà perchè questo disegno "l'ho visto nascere"?
Lo sai, dall'inizio l'ho trovato dolcissimo, è tenerissimo. E tu, nonostante dubbi e paure ( tipiche della prima volta) sei stata bravissima. Molto belle anche "le aggiunte",;-)
Baci,
Ros

Emanuela ha detto...

Ciao Liza! Non avevo dubbi che avresti fatto un capolavoro! Hai personalizzato con molto gusto e sono veramente tanto contenta che tu sia riuscita a realizzare questo sogno! Sono sicura che ti ha portato una grandissima soddisfazione personale e, permettimi, sono felice con te!!!
Un bacione, ciao
Emanuela

Bia ha detto...

Caspiterina...ma perchè io non so dipingere?? Sono davvero una frana con i pennelli in mano ma se lo sapessi fare comprerei subito questo disegno che tu hai reso magico e vitale.. Che bella la storia della Raggedy Ann, commovente e tenera al tempo stesso. Adoro queste tradizioni che si tramandano da donna a donna per generazioni. Buona domenica di relax cara Liza..
Un bacino da Bia.

Arianna ha detto...

Ciao carissima amica, non avevo dubbi che la tua creazione sarebbe stata un vero e proprio capolavoro.... Sei bravissima!!!!
Ti auguro una buona domenica e un buon inizio settimana.... un abbraccio forte forte a te e famiglia,e un grattino speciale al dolce Leo

Valentina ha detto...

E' stupendo! Ed è bellissima anche l'idea di postare la storia della Raggedy, grazie mi ha fatto molto piacere leggerla.
Complimenti ancora sei stata bravissima.
Ciao Vale

Alessandra ha detto...

Brava, brava e ancora brava!!!! Come mi piacciono le girandole!!!

Gabe ha detto...

brava,veramente troppo brava,auguri e complimenti per il tuo progetto,commovente la storia che ci hai raccontato

Francesca ha detto...

E' proprio delizioso questo tuo lavoro. Le margheritine sono una chicca,bravissima!
Grazie per averci raccontato la storia della bambolina, mi sono commossa!
Un affettuoso abbraccio
Francy

MariCrea ha detto...

Anche se non mi piacciono affatto le bambole raggedy...il tuo lavoro,come sempre,è accuratissimo e perfetto!
Buon lunedi
mari

RobbyRoby ha detto...

ciao
hai fatto un capolavoro. Complimenti.
Sai non conoscevo la storia della bambola raggedy.....grazie per averla fatta conoscere.
Buona settimana.

Luciana Todaro ha detto...

Liza cara hai fatto un capolavoro davvero bellissimo, ero sicura ce l'avresti fatta
un bacione
Lu

Maria Luisa ha detto...

Liza è tutto super! brava!!!!!!!

ste ha detto...

M*E*R*A*V*I*G*L*I*O*S*O !!!!!!
Non avevo dubbi, sei stata bravissima ad interpretare questo dolcissimo disegno della mitica TERRYE, ormai non ti ferma più nessuno!!!!
E che dire della storia della RAGGEDY ANN.....grazie per avercela raccontata, mi ha commosso!!
Un abbraccio...Ste

ஐLe Chicche di Dannyஐ ha detto...

Bravissima!!!..complimentissimi!!!
baciotti
Denny*

nonna lui ha detto...

Non avevo dubbi sulla tua bravura, ottimo lavoro! ciao e un bacione

"bear's house" ha detto...

Ciao TESOROOOOOOOO!

ECCCCCERTO ched la Raggedy la conosciamo TUTTE...eccccccccchi sennò???

Troooooooppo bello il dipinto come sempre...anche se come dicevo con Ros...DOVETE...assolutamente fare voi un disegno...siete bravisssssssime...fareste molto meglio della French.

SCOMMETTIAMO? ;o)

BACIIIIIIIIIIIIII...kisses...NI

Rita B. ha detto...

Evvaiii Lizaa,grandeee! Brava,lo sapevo che stavi silenziosa a laura' ,ecchecavoli lo sapevo e grazie per essere passata ugualmente dal mio jukebox bozzolese!E anche adesso son le due che ci posso fa? Se giro di notte? Saro' pipistrella? Saro' fuori forse?:))))
La mail ce l'ho scrivimi quando vuoi! Un bacione! Lo sai che c'è anche una razza di gatti che si chiama "rag doll" prova a vederli su google,son bellissimi!
Ti abbraccio fortissimo e ti auguro tanto successo con questo nuovo impegno che hai iniziato!Notte Lizuccia!

Giada ha detto...

Liza sei troppo brava!
Hai un modo di dipingere che mi piace tantissimo, riesci a fare delle sfumature così belle e delicate!
Mi è piaciuta tanto anche la storia di Raggedy Ann, chissà dove si trovano!
Un abbraccio!!

Elena Feltre ha detto...

Bellissimo! ...mi piace mipiace e mi piace!
Complimenti.
Ciao

elsa iacchetti ha detto...

Ciao Liza grazie! sarò una mamma emozionatissima. Un bacione, ti voglio bene
Elsa

bilibina ha detto...

Ciao Liza, grazie! Complimenti per le tue nuove creazioni e i nuovi progetti (e pure in inglese! )
Baci
Carmen

Graal77 ha detto...

Complimenti per tutto il tuo blog!!!!senza parole.
l'arte e' l'espressione dell'anima...

Kate ha detto...

Ciao Liza devo dire che il progetto è veramente bello, anch'io non avevo ancora visto le girandole, direi che è stupendo. Io sono appassionata di Raggedy Ann al punto di metterla come mia immagine in Facebook e non conoscevo la sua storia, davvero commovente, se mi dai il permesso vorrei metterla sul mio blog, aspetto il tuo consenso se vuoi. Ti auguro una buona domenica, ma presto. Un abbraccio.Kate

NEL MONDO CHE ORE SONO ?

CHE TEMPO FA

I lavori nel presente blog sono opera del mio ingegno,
dichiaro di non esercitare l’attività del commercio al dettaglio di detti articoli in forma professionale bensì di praticarla in modo sporadico (commercio occasionale) non soggetto quindi alla discipline commerciali contenute nel D. Lgs 114/98 il quale, viceversa, regola le attività di commercio in forma professionale e continuativa.Con la presente dichiaro quindi, ai fini dell’applicazione dell’art. 4 comma 2 lettera h del Decreto legislativo del 31 Marzo 1998 n. 114 di esporre e di porre in vendita, in maniera occasionale e saltuaria, prodotti che sono il risultato e l’opera della mia creatività ed ingegno, che rientrano quindi nell’art. 4 comma 2 del D. Lgs 114/98 e non essere obbligata, di conseguenza, ad iscrivermi in nessuno dei Registri (obbligatori per gli imprenditori commerciali professionali) presso nessuna Camera del Commercio del Territorio Italiano in relazione agli articoli trattati.